Gabriel Mozas “Monumento a los ángeles trianeros”. Plaza de Chapina, Triana, Siviglia. 1992.

Cristoforo Colombo con i marinai di Triana.

Gabriel Mozas (Torredonjimeno, Jaén 1939- Lora del Río 2012). "Monumento a los ángeles trianeros". Plaza de Chapina, Triana, Siviglia.

Scultore Gabriel Mozas (Torredonjimeno, Jaén 1939-  Lora del Río 2012). “Monumento a los ángeles trianeros”. Plaza de Chapina,  barrio  de Triana, Siviglia.  Lo scultore donò il monumento alla città di Siviglia in occasione dell’Esposizione Universale del 1992, Quinto Centenario della Scoperta del Nuovo Mondo. Fu  successivamente restaurato nel 2006.  

Il monumento di arte contemporanea rappresenta Cristoforo Colombo con i marinai di Triana , Rodrigo de Triana, Rodrigo de Bastidas y Andrés de Morales , che lo accompagnarono  nei suoi viaggi alle Indie e parteciparono alla scoperta ed all’esplorazione del continente americano.  Il marinaio sulla destra alza la mano in segno di saluto a Triana che si distingue per la Torre da Igrexa de Santa Ana.

Rodrigo de Triana partecipò al primo viaggio ed era imbarcato sulla Pinta  e fu colui che alle due del 12 ottobre 1492 lanciò il grido “Tierra a la vista”,  Rodrigo de Bastidas accompagnò nel 1493 Colombo nel suo secondo viaggio, e  Andrés de Morales  partecipò nel 1498 al terzo viaggio.

A lato del murale di bronzo si trova una placca in ceramica con la scritta ” A la memoria de los marineros Rodrigo de Triana, Rodrigo de Bastidas y Andrés de Morales y tantos otros marineros anónimos, que acompañaron a Colón en sus viajes o continuaron posteriormente la gesta del descubrimiento”.

 

Rodrigo-de-triana-Monumento_a_los_ángeles_trianeros
Gabriel Mozas “Monumento a los ángeles trianeros”. Plaza de Chapina, Triana, Siviglia.
Rodrigo-de-triana-Monumento_a_los_ángeles_trianeros  Rodrigo-de-Triana-lapide-con-nomi-1024x816
Ceramica alla memoria dei marinai Rodrigo de Triana, Rodrigo de Bastidas e Andres de Morales.
Rodrigo-de-triana-Monumento_a_los_ángeles_trianeros  Rodrigo-de-Triana-lapide-con-nomi-1024x816  Rodrigo-de-Triana-Monumento-a-los-ángeles-trianeros-Siviglia-1024x691
Monumento-a-los-ángeles-trianeros-Plaza de Chapina, Triana, Siviglia. Foto di CarlosVdeHabsburgo

 

 

About Bruno Aloi 330 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio, corso superiore radar) fino all'abilitazione a comandante nel 2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi e nell'ambito delle esplorazioni geografiche visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento