31 maggio 1945. Il generale americano Ned Almond consegna alla città di Genova le ceneri di Cristoforo Colombo.

Cerimonia con la " Buffalo Soldier Division"

Soldati americani della Divisione Buffalo portano l'urna contenente le ceneri di Cristoforo Colombo

Genova 31 maggio 1945.

Cerimonia all’Arco dei Caduti di piazza della Vittoria di Genova per la restituzione delle Ceneri di Cristoforo Colombo alla città di Genova.

I soldati della 92^ divisione fanteria USA ” Buffalo Soldier Division” , composta da militari afroamericani, e posta sotto il comando del generale Ned Almond,  portavano, su di un carro militare  trainato da sei cavalli, la teca con le ceneri di Cristoforo Colombo.

L’urna prelevata da un soldato veniva portata sotto l’Arco dei Caduti tra un tripudio di bandiere  e popolo festante.

Il generale Ned Almond alla presenza di militari, autorità civili, pronunciava un breve discorso.  Sottolineava tra l’altro : “Oggi come comandante delle Forse americane in Genova, restituisco alla vostra città queste ceneri di un vostro figlio famoso, nello stesso modo con cui le nostre truppe hanno restituito a Genova la pace e la sicurezza poco più di un mese fa. Questo simbolo che era stato asportato dalla città dalle forze sinistre dei vostri recenti oppressori vi è ora restituita. “.

Seguivano canti religiosi intonati dal Coro americano “Wings Over Jordan” e una breve allocuzione del Cappellano della 92^ Divisione.  

La teca veniva riposta nuovamente sul carro militare accompagnato in corteo da un reparto di vigili municipali in bicicletta.

Seguivano in ordine, la Banda musicale, una rappresentanza di truppe americane, gonfaloni , autorità.  

Il corteo sfilava  tra due ali di popolazione entusiasta per via XX settembre, piazza de Ferrari, via 25 aprile. 

Infine via Garibaldi dove a Palazzo Tursi , sede del Municipio,   l’urna veniva sbarcata e riposta nel  salone di rappresentanza.  

Il sindaco Vannuccio Faralli conferiva la cittadinanza onoraria al generale Almond e una artistica pergamena recante il decreto.

Dopo i convenevoli di rito veniva offerto un rinfresco agli ufficiali americani ed alleati presenti.

I Buffalo Soldier combatterono durante la Campagna d’Italia entrando a Genova,  provenienti dalla Toscana, la sera del 26 aprile 1945.

Il 27 aprile la batteria di Monte Moro – unico reparto superstite dell’ esercito tedesco – si arrendeva alle truppe americane.

La teca conservata degnamente a Palazzo Tursi é stata recentemente sistemata al museo del mare in Darsena.

Forse poteva essere lasciata a Palazzo Tursi, oppure sistemata al cimitero monumentale di Staglieno, ma anonimamente in un museo pare una idiozia…

La prima e la seconda foto sono un dono di Giovanni Benzo, presente in Piazza della Vittoria alla cerimonia, al Comitato Nazionale per Colombo.

Tra l’altro il nostro socio e amico, il giornalista Giacomo Bezzi scomparso recentemente a Prato, era studente al Liceo Doria , piazza della Vittoria, e testimone oculare dell’arrivo della 92^ Divisione e presente anche lui alla cerimonia.

COLOMBO-Divisione-Buffalo-4-1024x686
Carrello militare trainato da sei cavalli con l’urna delle ceneri di Cristoforo Colombo.
COLOMBO-Divisione-Buffalo-4-1024x686  COLOMBO-Divisione-Buffalo-2-1024x652
Soldati americani della Divisione Buffalo portano l’urna contenente le ceneri di Cristoforo Colombo
COLOMBO-Divisione-Buffalo-4-1024x686  COLOMBO-Divisione-Buffalo-2-1024x652  COLOMBO-Divisione-Buffalo-1-2-1024x781
Forze armate presenti alla cerimonia in piazza della Vittoria.
COLOMBO-Divisione-Buffalo-4-1024x686  COLOMBO-Divisione-Buffalo-2-1024x652  COLOMBO-Divisione-Buffalo-1-2-1024x781  COLOMBO-Divisione-Buffalo-1-DOC-DOC
Il generale Ned Almond – Cerimonia della consegna dell’urna al Municipio di Genova
COLOMBO-Divisione-Buffalo-4-1024x686  COLOMBO-Divisione-Buffalo-2-1024x652  COLOMBO-Divisione-Buffalo-1-2-1024x781  COLOMBO-Divisione-Buffalo-1-DOC-DOC  COLOMBO-Divisione-Buffalo-Il-Cittadino-728x1024
Il Nuovo Cittadino di Giovedì 1 Giugno 1945 “Apoteosi colombiana”

 

COLOMBO-Divisione-Buffalo-4-1024x686  COLOMBO-Divisione-Buffalo-2-1024x652  COLOMBO-Divisione-Buffalo-1-2-1024x781  COLOMBO-Divisione-Buffalo-1-DOC-DOC  COLOMBO-Divisione-Buffalo-Il-Cittadino-728x1024  COLOMBO-ARTICOLI-Il-Corriere-724x1024
Il Corriere – Quotidiano del pomeriggio-Mercoledì-Giovedì 6-7 Giugno 1945 “Le ceneri di Colombo consegnate a Genova”

 

 

 

About Bruno Aloi 183 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma Istituto tecnico Nautico. Divenuto capitano di lungo corso (1966), è laureato in Lettere. Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative fino all'abilitazione a comandante nel 2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi e nell'ambito delle esplorazioni geografiche visita il Marocco, l'Algeria e la Siria. In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria e presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento