Giovanna Gatto alla Mostra Internazionale “Artisti del Vecchio e Nuovo Mondo”-Palazzo Imperiale Genova dall’11 al 22 giugno 2016.

Giovanna Gatto Taraxacum Officinale "

Giovanna Gatto, pittrice nata tra i monti delle Valli Ossolane.

Da sempre appassionata di botanica, esprime la sua intima connessione con la Natura attraverso i colori e le trasparenze dell’acquerello puro in un delicato equilibrio tra arte e scienza.  

La visione realistica del ritratto,  unita ad un’interpretazione vibrante del colore, rivelano all’osservatore il legame profondo tra l’artista e la Natura che la ispira.

Ha partecipato a diverse mostre collettive per artisti dilettanti.

Nell’aprile 2016, ha realizzato il sogno di una personale nella prestigiosa cornice di Palazzo Imperiale a Genova.  

Nel settembre 2016 a Spoleto Art Festival organizzato dalla “Baronessa Soares”.

Nel gennaio 2017 a Roma ad Open Art 2017″ 

Il suo motto “Nulla é più figlio dell’arte di un giardino (Sir Walter Scott)”.

Presente alla Mostra Internazionale d’Arte “Artisti del Vecchio e Nuovo Mondo”-Omaggio all’Ecuador.   Palazzo Imperiale di Genova.  

Organizzata dal Comitato Internazionale Cristoforo Colombo  dall’11 al 22 giugno 2016.

Tra gli artisti espositori  rappresentanti di diverse nazioni, come Messico, Italia, Albania, Belgio, Aruba, Cile, Ecuador, Perù, Paraguay.

Due le sue opere presenti: “Taraxacum Officinale” e  “Viola”.

MOSTRA-PALAZZO-IMPERIALE-MANIFESTO-aggiornato-all8-giugno-728x1024
Mostra Internazionale “Artisti del Vecchio e Nuovo Mondo” – Palazzo Imperiale di Genova
GATTO-Giovanna-DOC
Nulla é più figlio dell’arte di un giardino (Sir Walter Scott).
MOSTRA-PALAZZO-IMPERIALE-Giovanna-Gatto-Taraxacum-Officinale-2-576x1024
Giovanna Gatto Taraxacum Officinale “
MOSTRA-PALAZZO-IMPERIALE-Giovanna-Gatto-Viola-1-614x1024
Giovanna Gatto “Viola”
Informazioni su Bruno Aloi 954 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento