“Christopher Columbus”. Incisione di John Sartain. Data sconosciuta.

Alla Library of Congress Prints and Photographs Division Washington, D.C.  USA

“Christopher Columbus”. Incisione di John Sartain ( Londra 1808- Filadelfia 1897).  Data sconosciuta.

Alla Library of Congress Prints and Photographs Division Washington, D.C.  USA

WASHINGTON-Christopher_Columbus10-784x1024

——————————

Immagine disponibile presso la Divisione Stampe e Fotografie (Prints and Photographs Division) della Biblioteca del Congresso sotto l’ID digitale cph.3a05534

3a05534r

Sotto l’immagine la scritta  “Christopher Columbus, bust. Engraving by John Sartain from the original portrait presented to William A. Bryan, Esq., of Virginia by H.M. the late Queen Sophia of Holland.”  La regina d’Olanda ,Sophia di Württemberg, morì nel 1877.

——————————————————–

John Sartain ( Londra 1808- Filadelfia 1897). Incisore britannico naturalizzato statunitense. Nel 1830 emigrò negli USA stabilendosi a Filadelfia dove aprì la strada all’incisione a mezzatinta incidendo lastre. Una tecnica di incisione conosciuta anche come stampa a fumo o a nerofumo.  Dal 1841 al 1848 lavorò per il Graham’s Magazine. 

Nel 1848, acquistò una partecipazione nell’Union Magazine, un periodico di New York che  trasferì a Filadelfia, dove abitava, e che ribattezzatò Sartain’s Union Magazine. Oltre al suo lavoro editoriale ed alle incisioni che dovevano essere fatte regolarmente per i periodici con cui collaborava, Sartain produsse un’enorme quantità di tavole per illustrazioni di libri.

Sartain fu responsabile del dipartimento artistico della Centennial Exposition di Filadelfia, nel 1876. In riconoscimento dei suoi lavori, il re d’Italia  gli conferì il titolo di cavaliere all’Ordine della Corona d’Italia.

220px-John_Sartain

 

—————————————–

Informazioni su Bruno Aloi 956 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento