Commemorazione 500° morte di Cristoforo Colombo – Noli15/16 Luglio 2006

Antonio de Herrera y Tordesillas (Segovia 1559-Madrid 1605). Cristóbal Colón, incisione nell'opera "Historia General de los hechos de los castellanos en las islas y tierra firme del mar Océano". Madrid 1601.

… a Noli, 31 maggio 1476 …15-16 luglio 2006

Noli, V Repubblica Marinara

Questa bellissima cittadina, dominata dal monte Ursino ricordato da Dante, può vantare gloria e indipendenza dal 1202 al 1797. Non se ne conoscono le origini, ma il nome “Noli” deriva da Neapolis – “Città Nuova” – che diventò Nauli nell’Alto Medioevo.

Sotto la signoria dei Marchesi del Carretto partecipò con uomini e navi alla prima crociata nel 1097, conquistando il proprio status tra le repubbliche marinare.

Un suo grande cittadino fu Antonio da Noli che, nel 1461, intraprese una navigazione nell’Altantico e scoprì le isole di Capo Verde.

La cittadina preserva le testimonianze del suo glorioso passato, che si legge nelle piazzette lastricate, nelle facciate merlate, nelle cinte murarie, nei resti del castello di monte Ursino che la sovrasta dal secolo XI, nelle otto case-torri sopravvissute delle originarie 72, tra cui la torre comunale di 33 metri.
In occasione delle celebrazioni colombiane del 2006, il Comitato Nazionale per Colombo, con il suo presidente Bruno Aloi, ha onorato la memoria del Genovese con due eventi.

Una cerimonia articolata è stata organizzata il 20 maggio presso il Liceo Colombo, la scuola più antica di Genova, presenti Autorità civili e militari.

Il secondo prestigioso evento si è svolto nei giorni 15 e 16 luglio 2006 a Noli (SV), da dove Colombò lasciò la Liguria  il 31 maggio 1476.

La lapide affissa sotto il porticato della Loggia (Palazzo Municipale) ricorda l’impresa di Colombo dopo la partenza da Noli

Il fitto programma prevedeva:

Sabato 15 luglio – ore 17.00 – Sala Consiliare del Comune di Noli

  • Convegno Navigatori liguri in Atlantico dai fratelli Vivaldi a Cristoforo Colombo
  • Saluto delle Autorità
  • Relazione introduttiva di Bruno Aloi, Presidente del Comitato Nazionale per Colombo ;
  • Prof. Corradino Astengo – Facoltà di Geografia Università di Genova – La cartografia nautica dal Mediterraneo all’Atlantico ;
  • Prof. Aldo Agosto – Direttore emerito Archivio di Stato di Genova – Origini liguri della famiglia Colombo;
  • Sandro Pellegrini – Giornalista – Società ligure di Storia Patria-I fratelli Vivaldi: si aprono le porte dell’Atlantico; Nicoloso da Recco riscopritore delle Canarie”
  • Dr. Gianfranco Uccelli – Storico – Antonio da Noli e la scoperta delle isole Capo Verde;

Il Vice sindaco di Noli apre il Convegno

Il prof. C. Astengo presenta la “Carta pisana, circa 1250 Scala grafica della carta di Angelino Dulceto, 1330

La prima carta datata (1311), di Pietro Vesconte

La cosiddetta “Carta di Colombo” fine XV secolo

Prima dell’apertura del Convegno è stata inaugurata la pertinente mostra fotografica di Marina e Franco Martini Marina e Franco Martini “Capo Verde: isole tra cielo e mare” (Sala consiliare, 15 – 31 luglio 2006)

Domenica 16 luglio – ore 21.00 – Centro Storico di Noli

Rievocazione storica della partenza di Cristoforo Colombo dalla rada di Noli – 31 maggio 1476

con la partecipazione di:

  • Centro Storico Culturale “Civitas Nauli”
  • Gruppo Storico del Saluzzese Sbandieratori
  • “Principi di Acaja” di Fossano
  • Associazione Italo-Capoverdiana

Gli attori del Circolo Culturale S.Fruttuoso:

  • Giulio La Salandra,
  • Luigi Massa,
  • Daniele Pellegrino

hanno presentato in piazza Chiappella “L’ammutinamento” e “La morte di Cristoforo Colombo”, testi di Bruno Aloi.

Informazioni su Bruno Aloi 943 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento