Lorenzo Delleani. “Cristoforo Colombo in catene”. 1863.

Alla Galleria d'Arte Moderna . Genova Nervi.

Pittore piemontese Lorenzo Delleani (Pollone Biellese 1840 – Torino 1908).
Olio su tela 82,2 x 118,5 cm. “ Cristoforo Colombo in catene ”, 1863.
Alla Galleria d’Arte Moderna Villa Saluzzo di Genova Nervi.
Colombo accusato  da don Francisco de Bobadilla,  inviato dai Reali di Spagna  quale Governatore delle isole e della Terraferma,  di aver creato disordini  ed essersi  impossessato di beni della corona, incatenato sulla caravella “Gorda” che lo sta riportando nell’ottobre del 1500  in Spagna al porto di Cadice.  Rientro dal terzo viaggio.

Il quadro venne esposto alla Mostra della Società Promotrice di Belle Arti di Torino del 1865 ed acquistato dal Duca d’Aosta per la cifra di  lire 1200. Passò poi nella collezione di Odone di Savoia,  donata nel 1866 al Comune di Genova da Vittorio Emanuele II .

Di tale opera esiste anche il bozzetto ad olio in una collezione  privata di Torino.

Lorenzo-Delleani.-Cristoforo-Colombo-in-catene-.-1863.
Lorenzo Delleani.” Cristoforo Colombo in catene” . 1863.

————————

Ritratto di Lorenzo Delleani di autore sconosciuto – Larousse Mensuel Illustré

AB-DOC-Lorenzo_Delleani_Larousse
Lorenzo Delleani

———————-

Lorenzo Delleani si formò all’Accademia Albertina di Torino come allievo di Cesare Gamba e Carlo Arienti.

Nel 1863 si aggiudicò, con “Studio di figura dal vero rappresentante Sordello” il primo premio di lire 300 offerto dall’Accademia Albertina.

Nel 1874 espose al Salon de Paris e vi ritornò nel 1878 con “Regate a Venezia”. Nel 1899 partecipò alla III Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia.  Il  1905  è l’anno della sua consacrazione internazionale  con  quaranta opere esposte alla Biennale di Venezia e la partecipazione all’Esposizione internazionale d’arte di Monaco.

——————-

Il quadro “Cristoforo Colombo in catene” si trova attualmente alla Galleria d’Arte Moderna – GAM che fa parte del polo museale di Genova Nervi.

La Galleria inaugurata nel 1928, ha sede all’interno dei parchi comunali, nella cinquecentesca Villa Saluzzo Serra ;  comprende importanti collezioni d’arte ligure dal XIX al XXI secolo e una selezione di dipinti della Mitchell Wolfson Jr. Collection.

Galleria-dArte-Moderna.-Villa-Saluzzo.-Genova-Nervi.
Galleria d’Arte Moderna. Villa Saluzzo. Genova Nervi.

———————

Nell’articolo che segue il Comune di Genova  rimarca che Cristoforo Colombo ritorna in Spagna dopo il “quinto viaggio”….  mentre di viaggi ne fece solo quattro….  Inoltre il titolo del quadro è completamente erratoCristoforo Colombo di ritorno dalla scoperta dell’America” in quanto  venne messo in catene sulla nave Gorda nell’ottobre 1500  e sbarcò il 20 ottobre 1500 a Cadice. Terminava così il terzo viaggio.   Il ritorno dalla scoperta  terminò il 15 marzo 1493 a Palos, dopo una sosta in Portogallo al Restelo.  Onde evitare brutte figure bisognerà avvisare il Centro Studi Colombiano istituito  nel marzo di quest’anno 2022 dal Comune in partenariato con la Fondazione Casa America…….

https://www.museidigenova.it/it/node/642

Comune di Genova

LogoMuseiGenova_90_211_1  GAM Galleria d’Arte Moderna

Cristoforo Colombo di ritorno dalla scoperta dell’America, 1863

delleani---colombo-di-ritorno-dalla-scoperta

Autore: Lorenzo Delleani (Pollone, 1840 – Torino, 1908)
Tecnica e misure: Olio su tela, cm. 82,2 x 118,5
Collocazione:GAM 302
Provenienza:Proveniente dalla collezione di Odone di Savoia, donata al Comune di Genova da Vittorio Emanuele II nel 1866

Opera storica di sapore teatrale relativa al ritorno in Spagna, dopo il quinto viaggio, di Colombo incatenato con l’accusa di essersi indebitamente impossessato di beni della corona.
Esposto alla Mostra della Società Promotrice di Belle Arti di Torino del 1865 e acquistato dal Duca d’Aosta per lire 1200.

——————–

Informazioni su Bruno Aloi 957 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento