Dióscoro Teófilo Puebla Tolín. ” Primer desembarco de Cristóbal Colón en América”. 1862.

Al Museo del Prado, Madrid.

Dióscoro Teófilo Puebla Tolín

Dióscoro Teófilo Puebla Tolín ( Melgar de Fernamental, provincia di Burgos 1831  –  Palencia, Madrid 1901).

“Primer desembarco de Cristóbal Colón en América”, 1862.

Al Museo del Prado, Madrid.

La scena rappresenta lo sbarco effettuato all’isola di Guanahani il 12 ottobre 1492 . Isola  battezzata da Cristoforo Colombo con il nome di  San Salvador. 

Il frate francescano con la croce in mano è un anacronismo in quanto alla prima spedizione alle Indie non c’erano religiosi a bordo. 

Dióscoro Teófilo Puebla Tolín si formò a Madrid presso l’  Academia de Bellas Artes de San Fernando. Nel 1858 ricevette una pensione per recarsi a Roma. Al suo ritorno in Spagna, nel 1864, fu nominato professore di colore e composizione presso la Escuela de Bellas Artes di Cadice. Alla fine di quell’anno si trasferì alla  Escuela de estudios elementales de la Academia de San Fernando. A tale  istituzione resterà vincolato per tutta la sua carriera professionale.

Dal 1860 partecipò con un certo successo alle esposizioni nazionali di belle arti, ottenendo nel 1862 una prima medaglia per il quadro “Primer desembarco de Cristóbal Colón en América”. Dipinto che gli avrebbe dato la sua più grande fama.

Dióscoro-Puebla-Desembarco_de_Colón_de_-1024x619
Dióscoro Teófilo Puebla Tolín
About Bruno Aloi 243 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma Istituto tecnico Nautico. Divenuto capitano di lungo corso (1966), è laureato in Lettere. Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative fino all'abilitazione a comandante nel 2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi e nell'ambito delle esplorazioni geografiche visita il Marocco, l'Algeria e la Siria. In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria e presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento