Alejandro Carnicero. Medaglione di Cristobal Colón. 1733-1734

Plaza Mayor di Salamanca, Spagna

La costruzione della Plaza Mayor a Salamanca fu decisa da Filippo V nel 1710 come ricompensa per il sostegno della città alla sua causa durante la guerra di successione 
(1701-1714).
SALAMANCA-CHIARA
Plaza Mayor di Salamanca
L'architetto Alberto de Churriguera (Madrid, 1676-Orgaz, 1750) ne iniziò i lavori  nel 1728, mentre l'altro architetto  Andrés García de Quiñones 
(Santiago de Compostela, 1709-1784) li terminò nel 1755. Plaza Mayor è stata dichiarata nel 1988 Patrimonio mondiale dall'Unesco. 
La  piazza ha la forma di un quadrilatero irregolare e consta di 88 portici formati da archi semicircolari che poggiano su pilastri decorati con 89 medaglioni 
in cui sono raffigurati personaggi illustri della storia spagnola.
SALAMANCA-CHIARA  SALAMANCA-PORTICI
Portici con medaglioni
I medaglioni furono eseguiti progressivamente tra il  1729 e il  1758. 
Quello di Cristóbal Colón (Don Xptoval Colon) venne realizzato dallo scultore Alejandro Carnicero (Íscar 1693-Madrid 1756) negli anni 1733-1734.  
Si trova sull'ala occidentale della piazza, chiamata Pabellón San Martin.
SALAMANCA-CHIARA  SALAMANCA-PORTICI  SALAMANCA-DOC-Cristobal_Colón-Plaza_Mayor_de_Salamanca-683x1024
Il medaglione

—————————————————————————-

-Altro particolare  del medaglione

SALAMANCA-CHIARA  SALAMANCA-PORTICI  SALAMANCA-DOC-Cristobal_Colón-Plaza_Mayor_de_Salamanca-683x1024  SALAMANCA-docMEDAGLIONE-CRISTOBAL
Cristóbal Colón
------------------------------------------------ 
Altro perticolare
SALAMANCA-CHIARA  SALAMANCA-PORTICI  SALAMANCA-DOC-Cristobal_Colón-Plaza_Mayor_de_Salamanca-683x1024  SALAMANCA-docMEDAGLIONE-CRISTOBAL  SALAMANCA-doc-doc-MEDAGLIONE-doc
Cristóbal Colón

Sotto il medaglione si trova la scritta Don Xptoval Colon
                                                                  DON   XP
                                                                  TOVAL  CO
                                                                    LON

 

 


 

About Bruno Aloi 710 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento