Juan Cordero. “Cristóbal Colón ante los Reyes Católicos”. 1851.

Al Museo Nacional de Arte, Città del Messico.

Pittore messicano Juan Nepomuceno María Bernabé Cuore di Gesù Cordero de Hoyos ( Teziutlán , Puebla 1822 – Coyoacán , Città del Messico 1884). 
“Cristóbal Colón ante los Reyes Católicos”. 1851.
Attualmente al  Museo Nacional de Arte di Città del Messico.
 
COLOMBO-ARTE-JUAN-Juan_Cordero_-_Cristopher_Columbus_at_the_Court_of_the_Catholic_Monarchs_-_Google_Art_Project-1024x721
Juan Cordero. ” Cristóbal Colón ante los Reyes Católicos”.

Juan Cordero si iscrisse giovanissimo all’Academia Nacional de San Carlos a Città del Messico distinguendosi come buon disegnatore. Seguì la famiglia in Europa, soggiornando a Roma dal 1844 al 1853 iscrivendosi all’Accademia Nazionale di San Luca . A Roma fu allievo  del pittore catalano Pelegrí Clavé  che lo introdusse alla Scuola Classica.  Nel 1845 vinse un premio d’onore. Nel 1846 vinse il primo posto tra numerosi e illustri pittori e la stessa Academia de San Carlos di Città del Messico gli concesse una pensione per incoraggiarlo nel suo lavoro. Risale a questo periodo romano la realizzazione della grande tela “Cristóbal Colón ante los Reyes Católicos”che venne da lui inviata quale omaggio e ringraziamento al Museo Nacional de Arte di Città del Messico

COLOMBO-ARTE-JUAN-Juan_Cordero_-_Cristopher_Columbus_at_the_Court_of_the_Catholic_Monarchs_-_Google_Art_Project-1024x721  Juan-Cordero-autoritratto-777x1024
Juan Cordero autoritratto.
 
Juan Cordero ""Cristóbal Colón en la corte de los Reyes Católicos".
About Bruno Aloi 265 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma Istituto tecnico Nautico. Divenuto capitano di lungo corso (1966), è laureato in Lettere. Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative fino all'abilitazione a comandante nel 2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi e nell'ambito delle esplorazioni geografiche visita il Marocco, l'Algeria e la Siria. In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria e presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento