Cristoforo Colombo – Sceneggiato TV con Francisco Rabal- Coproduzione Italia/ Spagna. 1968

Altro nome: Cristóbal Colón

Co-Produzione: Radiotelevisione Italiana, Televisiòn Española

Distribuzione: Radiotelevisione Italiana, Televisiòn Española

Regia: Vittorio Cottafavi

Originale tv in quattro puntate di  Dante Guardamagna e Lucio Mandarà: dal 22 settembre 1962 al 13 ottobre 1968 sul  programma nazionale

Realizzato in Spagna dalla TVE

Consulente storico: Manuel Ballestreros Gaibrois

Fotografia: Mario Pacheco

Costumi: Giancarlo Bartolini Salimbeni

Montaggio: Rosa G. Salgado

Scene: Mischa  Scandella

Formato: Bianco e nero

Durata:  240mn

Cast:  Francisco Rabal  (Cristóbal Colón )

Antonio Acebal

Guido Alberti   (il barbiere)

Asunción Balaguer

Aurora Bautista   (Isabella la Cattolica)

Antonio Casas   (Martin Alonso Pinzon)

Andrea Checchi   (Padre Perez)

Álvaro de Luna

Adriano Dominguez

Paolo Graziosi   (Re Joao del Portogallo)

Joaquìn Jordà

Carlos Lemos   (Sanchez)

Roldano Lupi   (Bartolomeo Colombo)

Alfredo Mayo   (Cardinale de Talavera)

Mario Morales   (Diego de Arana)

Antonio Orengo

Ángel Ortiz

Joaquín Pamplona

Paola Pitagora   (Beatriz)

Lorenzo Robledo

Pedro Sempson

Julieta Serrano   (Felipa)

José Suárez

Gérard Tichy

Luigi Vannucchi  (narratore)

Trama:

 da Mymovies.it    “Vita, avventure e mesta fine dello scopritore dell’America. Rabal è un Colombo vigoroso e persuasivo. Cottafavi ci dà una delle sue migliori opere  di divulgazione avventurosa.”

da Fuori Orario – cose (mai) viste – venerdì 14 settembre 2007   “Racconto biografico in quattro puntate che ricostruisce la battaglia di Cristoforo Colombo per raggiungere le ‘Americhe’, che, una volta raggiunte e ‘conquistate’, portarono Colombo alla rovina. Girato tutto in esterni, o negli interni di stupendi palazzi moreschi spagnoli, è l’opera televisiva di Cottafavi più ambiziosa e forse più riuscita, a metà strada tra Welles e De Oliveira.

31

31  42

31  42  05_07_s                                                                                                              12 ottobre 1492

31  42  05_07_s  05_12_s

 

 

 

 

 

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3
in navigazione verso le Indie

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51  6

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51  6  71

 

 

 

 

 

 

 

 

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51  6  71  81

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51  6  71  81  9

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51  6  71  81  9  10

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Francisco Rabal  (Cristoforo Colombo)

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51  6  71  81  9  10  111

 

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51  6  71  81  9  10  111  FILM-1968-1
Isabella di Castiglia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51  6  71  81  9  10  111  FILM-1968-1  16

31  42  05_07_s  05_12_s  FILM-1968-3  51  6  71  81  9  10  111  FILM-1968-1  16  FILM-1968-5

 

 

 

 

 

 

 

 

 

About Bruno Aloi 397 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.