1492: Conquest of Paradise – USA/ Gran Bretagna/ Spagna/Francia 1992

Altri titoli:

1492 – La scoperta del Paradiso    (Italia)

1492: La conquista del Paraíso   (Spagna)

1492: Cristóvão Colombo   (Portogallo)

1492: Christophe Colomb   (Canada e Francia)

1492 – Die Eroberung des Paradieses  (Austria / Germania)

1492 – Hristoforos Kolomvos   (Grecia)

Co-Produzione:  Gaumont (Francia)

Légende Entreprises [Francia]

France 3 Cinéma [Francia]

Due West

Cyrkfilms

Ministère de la Culture (Francia)

Spanish Ministry of Culture [Spagna]

Distributori:

Gaumont Buena Vista International (Francia)

Concorde Filmverleih  (Germania)

Paramount Pictures (USA )

Société des Etablissements L. Gaumont (Francia)

Svensk Filmindustri (Svezia)

A-Film Home Entertainment (Olanda)

Altomedia. Co. Ltd. (Korea)

Atlantic Film (Svezia)

Falcon (Cecoslovacchia)

Gativideo (Argentina)

Guild Film Distribution Gran Bretagna)

Umbrella Entertainment (Australia)

Versátil  (Brasile)

Vídeo Arte (Brasile)

Warner Home Video  (Olanda)

Effetti speciali: Computer Film Company (Gran Bretagna)

Regia: Ridley Scott

Sceneggiatura: Roselyne Bosch

Formato: Film Cinemascope colori

Lingua: inglese

Prime uscite :

8 ottobre 1992 (Spagna),

9 ottobre 1992 (Norvegia, USA)

12 ottobre 1992 (Francia)

Prodotto da: Roselyne Bosch, Marc Boyman, Pere Fages, Mimi Polk Gitlin,  Alain Goldman, Ridley Scott, Lain Smith, Garth Thomas

Musiche originali : Vangelis

Fotografia : Adrian Biddle

Montaggio: William M. Anderson,  Françoise Bonnot, Les Healey, Armen Minasian, Deborah Zeitman

Casting: Louis DiGiaimo, Dan Parada

Durata: 154

Luoghi per le riprese: Costarica, Dominicana, Pinewood Studios di Iver Heath  (Buckinghamshire – Gran Bretagna),  Salamanca e  Castilla y León (Spagna), St. Thomas, U.S. Virgin Islands

Distribuzione: GBVI, France

Cast:

Gérard Depardieu       (Cristoforo Colombo)

Armand Assante                  (Sanchez)

Sigourney Weaver               (la regina Isabella)

Loren Dean                             (Fernando Colombo anziano)

Ángela Molina                        (Beatrix Enriquez))

Fernando Rey                         (P. Antonio de Marchena)

Michael Wincott                    (Adrian de Moxica)

Tchéky Karyo                         (Martín Alonso Pinzón )

Kevin Dunn                              ( il capitano Mendez)

Frank Langella                        (Luis de Santángel )

Mark Margolis                       (Francisco de Bobadilla)

Kario Salem                            (Arojaz)

Billy L. Sullivan                     (Fernando Colombo giovane)

John Heffernan                     (fra’ Buyl)

Arnold Vosloo                       (Guevara)

Steven Waddington              (Bartolomeo Colombo)

Fernando Guillén Cuervo  (Giacomo Colombo)

José Luis Ferrer                     (Alonso de Bolaños )

Bercelio Moya                        (Utapan)

Juan Diego Botto                    (Diego Colombo)

Achero Mañas                         (mozzo)

Fernando García Rimada    ( il re Ferdinando)

Albert Vidal                             (Hernando de Talavera)

Isabel Prinz                             (Dueña )

Jack Taylor                              (Vicuna)

Ángela Rosal                           (moglie di Pinzón)

 

Trama  

da www.horreur.net/film  ( L’enciclopédye du cinéma de genre)“Negli ultimi anni del  XV° secolo, la Spagna è oppressa dall’Inquisizione.  Cristoforo Colombo, di modeste origini, possiede una grande libertà di spirito che lo fa sognare di viaggi, avventure e scoperte.    Malgrado numerosi ostacoli, convince la regina Isabella di Castiglia a dare fuoco verde ai suoi progetti che sembrano insensati agli altri……E, il 12 ottobre 1492, le sue tre caravelle  arrivano a  San Salvador, piccola isola del mar dei Caraibi…”

da cinematografo.it   “Nell’anniversario dei cinquecento anni della scoperta delle Americhe Ridley Scott, con un cast miliardario tra cui  Gérard Depardieu e Sigourney Weaver, porta sugli schermi la vicenda di Cristoforo Colombo. Il film è la cronaca dettagliata e appassionata di venti anni della  s…..”

da pacioli.it  “1491. Dopo aver visto rifiutato il suo progetto per raggiungere le Indie viaggiando verso occidente dall’Università di Salamanca, Colombo riesce a farlo approvare dalla regina Isabella in persona. Il 3 agosto 1492 salpa da Palos e il 12 ottobre dello stesso anno raggiunge l’isola di Guanahani. Tornato in Spagna da trionfatore, ottiene  onori e riconoscimenti dai reali che lo nominano governatore del Nuovo Mondo. Colombo fa ritorno nelle Indie occidentali con una seconda spedizione con lo scopo di costruirvi una città e trovare l’oro. L’ostilità verso di lui della nobiltà e degli ecclesiastici  al suo seguito porterà al suo arresto e al suo imprigionamento.

La gloria per la scoperta  del nuovo continente verrà attribuita a Amerigo Vespucci. La figura di Cristoforo Colombo è esaltata nella sua dimensione di tenace sostenitore di teorie geografiche  che contraddicevano i dogmi del tempo  e di coraggioso navigatore disposto a tutto pur di realizzare la propria aspirazione   In particolare il film ci consegna il protagonista nella luce di un utopista e visionario che persegue di creare  nel nuovo mondo una società inedita, una specie di paradiso terrestre in cui europei e indigeni  possano  convivere in armonia…     ” 

da film.it “Un’impresa che ha profondamente segnato la storia dell’umanità. Un viaggio epico e affascinante che è diventato una straordinaria missione. La scoperta dell’America, cinquecento anni fa, riletta dal regista Ridley Scott e vissuta da un generoso e idealista Cristoforo Colombo  (Gérard ….“

da cinekolossal.com   “Cristoforo Colombo ottiene il permesso, dalla regina di Spagna,di salpare con tre caravelle alla ricerca di un percorso abbreviato per raggiungere le Indie. Scopre un nuovo continente: l’America.

L’impresa di Colombo, vista con ottica  spettacolare  attraverso ampi scenari fotografati a sfondo giallo (?) ma senza alcun  approfondimento che tocchi il carattere storico della vicenda, tantomeno quello del protagonista. Sequenze di massacri e stupri con capocce e arti che volano, soppresse a maggioranza in fase post-produzione. Tra i rarissimi passi falsi di Ridley Scott. Bella musica”

 

http://youtu.be/zQLqZASplc0

http://youtu.be/_Q7Of0DYFdo

 

18

 

18  22

18  22  32

18  22  32  44

 

18  22  32  44  5

 

18  22  32  44  5  61

 

18  22  32  44  5  61  72

 

18  22  32  44  5  61  72  82

18  22  32  44  5  61  72  82  91

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19

 

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19  20

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19  20  211

 

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19  20  211  222

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19  20  211  222  1492-011

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19  20  211  222  1492-011  1492-02

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19  20  211  222  1492-011  1492-02  1492-03

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19  20  211  222  1492-011  1492-02  1492-03  1492-04

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19  20  211  222  1492-011  1492-02  1492-03  1492-04  1492-05

18  22  32  44  5  61  72  82  91  102  112  122  131  141  151  161  171  181  19  20  211  222  1492-011  1492-02  1492-03  1492-04  1492-05  1492-07

 

 

 

 

About Bruno Aloi 178 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma Istituto tecnico Nautico. Divenuto capitano di lungo corso (1966), è laureato in Lettere. Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative fino all'abilitazione a comandante nel 2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi e nell'ambito delle esplorazioni geografiche visita il Marocco, l'Algeria e la Siria. In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria e presidente del Comitato Nazionale per Colombo.