Paul Wayland Bartlett – Scultura bronzea di Cristoforo Colombo.

Library of Congress, Washington D.C

Scultore americano Paul Wayland Bartlett (New Haven Connecticut 1865 – Parigi 1925 ).

Scultura bronzea di Cristoforo Colombo posta sulla balaustra della Main Reading Room della Library of Congress, Washington D.C. (Sala Principale di Lettura della Libreria Nazionale del Congresso, Washington D.C.).

AB-COLOMBO-ARTE-Washington-1
Statua di Cristoforo Colombo sulla balaustra della Sala Principale di Lettura della Libreria Nazionale del Congresso, Washington D.C.
AB-COLOMBO-ARTE-Washington-1  AB-COLOMBO-ARTE-Washington-2
Particolare della statua di Cristoforo Colombo.

Paul Wayland Bartlett a quindici anni iniziò a studiare a Parigi  modellando animali nel Jardin des Plantes. Nel 1887  vinse una medaglia al Salon di Parigi.

Fu eletto membro della giuria per l’ Esposizione Universale di Parigi del 1889 e per quella del 1990. A ventinove anni  gli fu conferita la Croce di Cavaliere della Légion d’honneur .

 Nel 1903 collaborò con John Quincy Adams Ward, decano degli scultori americani, sui modelli per le sculture del frontone della Borsa di New York. Il suo capolavoro è stato il frontone della Camera dei Rappresentanti al Campidoglio degli Stati Uniti , “L’Apoteosi della Democrazia”, iniziato nel 1908 e terminato nel 1916.

Membro della National Sculpture Society e dell’International Society of Sculptors, Painters and Gravers. 

AB-COLOMBO-ARTE-Washington-1  AB-COLOMBO-ARTE-Washington-2  AB-Paul-Wayland-Bartlett-sculptor-747x1024
Paul Wayland Bartlett

La statua di Cristoforo Colombo si trova sulla balaustra della Sala Principale di Lettura della Library of Congress statunitense, nota in Italia, come Biblioteca del Congresso. E’ in pratica la biblioteca nazionale degli Stati Uniti d’America. Con gli oltre 158 milioni di documenti che essa conserva è la maggiore biblioteca al mondo, seguita dalla British Library di Londra. 

AB-COLOMBO-ARTE-Washington-1  AB-COLOMBO-ARTE-Washington-2  AB-Paul-Wayland-Bartlett-sculptor-747x1024  AB-COLOMBO-ARTE-Washington-3
Sala di Lettura Principale (Main Reading Room) della Libreria Nazionale del Congresso, Washington D.C.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

About Bruno Aloi 485 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento