Rapallo. Monumento a Cristoforo Colombo. 1914.

Opera dello scultore Arturo Dresco (Buenos Ayres 1875- Buenos Ayres 1961)

Statua bronzea di Cristoforo Colombo a Rapallo.

Monumento di Cristoforo Colombo  in piazza Guglielmo Marconi a Rapallo. La statua bronzea  posta su un basamento di granito rosso di Baveno è opera dello scultore Arturo Dresco (Buenos Ayres 1875 – Buenos Ayres 1961) che all’epoca operava a Firenze. .         

Rapallo-intero-828x1024
Statua bronzea di Cristoforo Colombo a Rapallo.

Nel luglio del 1909 la direzione del settimanale  rapallino “Il Mare”  lanciò l’idea di erigere un monumento a Cristoforo Colombo  a Rapallo facendo appello agli emigrati  “affinchè  vogliano costruire fra di loro un Comitato per lo scopo di affrettare l’erezione di un monumento a Cristoforo Colombo lo scopritore del Mondo nel quale essi hanno saputo così degnamente distinguersi e per il debito di riconoscenza che essi devono al grande Navigatore”.

Rapallo-intero-828x1024  RAPALlo-Arturo-Dresco-1875-1961
Lo scultore Arturo Dresco

 Il monumento costò complessivamente lire 71.380,37.  Soldi raccolti a Rapallo ma anche e soprattutto ad Iquique (Perù), Guayaquil (Ecuador), Valparaiso, Concepción e Santiago (Cile),  Buenos Ayres (Argentina).

Il 21 maggio 1914 Tomaso di Savoia, Duca di Genova, inaugurava il monumento alla presenza degli ammiragli Giovanni Bettolo e Felice Napoleone Canevaro, autorità civili e militari e grande partecipazione popolare

 

 

Rapallo-intero-828x1024  RAPALlo-Arturo-Dresco-1875-1961  RAPALLO-C.C.-particolare-allegorico-doc
Particolare allegorico del basamento. La Fede che stende la mano verso il navigatore Cristoforo Colombo  e la Storia che segna sul libro la data della scoperta.
Rapallo-intero-828x1024  RAPALlo-Arturo-Dresco-1875-1961  RAPALLO-C.C.-particolare-allegorico-doc  RAPALLO-DOC-monumento-pulito-1024x689
La colonna con la scritta “A Cristoforo Colombo i Reduci dall’America 1914”. Alla base le figure allegoriche, a destra la Fede che stende la mano sul navigatore; a sinistra l’Ignoranza che tiene sotto di sè il Mondo e la Prigionia con le braccia incatenate.
Rapallo-intero-828x1024  RAPALlo-Arturo-Dresco-1875-1961  RAPALLO-C.C.-particolare-allegorico-doc  RAPALLO-DOC-monumento-pulito-1024x689  RAPALLO-Nettuno
Figura allegorica del dio Nettuno con in mano il tridente, posta a sinistra del basamento di granito. Sullo sfondo la Prigionia con le braccia incatenate e l’Ignoranza che tiene sotto di se il Mondo.

 

Rapallo-intero-828x1024  RAPALlo-Arturo-Dresco-1875-1961  RAPALLO-C.C.-particolare-allegorico-doc  RAPALLO-DOC-monumento-pulito-1024x689  RAPALLO-Nettuno  RAPALLO-DOC-lapide-del-2014
Rapallo. Lapide posta il 12 ottobre 2014,  in occasione della celebrazione del centenario dell’inaugurazione monumento.

 

About Bruno Aloi 263 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma Istituto tecnico Nautico. Divenuto capitano di lungo corso (1966), è laureato in Lettere. Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative fino all'abilitazione a comandante nel 2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi e nell'ambito delle esplorazioni geografiche visita il Marocco, l'Algeria e la Siria. In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria e presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento