Zurab Konstantinovič Tsereteli. “Nacimiento de un Nuevo Mundo”. Arecibo (Puerto Rico). 2017

Conosciuto anche come "La estatua de Cristóbal Colón"

scultore russo Zurab Konstantinovič Tsereteli ( Tbilisi,Georgia 1934 – vivente).

Monumento in bronzo “Nacimiento de un Nuevo Mundo”conosciuto anche come “la estatua de Cristóbal Colón”. Arecibo, Puerto Rico.

Il monumento è  alto 110 metri e risulta essere il più alto del continente americano.

Porto-Rico-doc
Il monumento in rame e bronzo  si affaccia sull’oceano Atlantico.

Particolare della statua con Cristoforo Colombo che tiene un timone a ruota. Licenza storica dello scultore perchè tale timone venne introdotto nel 1700, in pratica oltre due secoli dopo.

Porto-Rico-doc  Porto-Rico-statua-rame
“La estatua de Cristóbal Colón” in una foto di Jeremy A. Casado. 

Il monumento venne realizzato nel 1991 per essere donato dalla Russia agli Stati Uniti nel 1992, 500° anniversario del primo viaggio di Cristoforo Colombo. 

Di fronte alla sua gigantesca mole e anche per la sua poca bellezza ed i costi probitivi di installazione, diverse città statunitensi lo rifiutarono. Nel 1998 venne accettato da Porto Rico,  isola dove Cristoforo Colombo era giunto nel 1493 durante il suo secondo viaggio. 

Porto-Rico-doc  Porto-Rico-statua-rame  Porto-Rico-buona-612x1024
particolare

Seguirno diverse vicissitudini e il monumento venne scomposto in 2.750 parti collocate sulla spiaggia di  Mayagüez  esposte alla salsedine ed alle intemperie. Finalmente nel 2013 grazie ad una società privata venne trovato il terreno dove l’artista ruso avrebbe poi  collocata la sua colossale opera inaugurata nel gennaio 2017. Costo dell’operazione 12 milioni di dollari.

Porto-Rico-doc  Porto-Rico-statua-rame  Porto-Rico-buona-612x1024  Portorico-monumento-a-C.C.
Particolare della “estatua de Cristóbal Colón”.
About Bruno Aloi 491 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento