Costantino Brumidi “Colombo e la fanciulla indiana”. 1875 – Al Senato di Washington D.C. USA

Affresco dell’artista italiano di origine greca Costantino Brumidi ( Roma 1805-Washington 1880).

“Columbus and the Indian Maiden”, c.1875. Senato U.S. Capitol Washington (USA) .

La lunetta dell’affresco “Colombo e fanciulla indiana” fa parte dei Corridoi Brumidi, corridoi con soffitto a volta riccamente decorati, al primo piano del Senato nel Campidoglio di Washington D.C. Stati Uniti.

Proprietà di Architect of the Capitol

Brumidi affrescò la cupola del Campidoglio con ‘L’Apoteosi di George Washington’, l’aula della Camera, lo studio del Presidente degli Usa, fino alla sala dei ricevimenti del Senato, e il cosiddetto “Corridoio del Brumidi”.  

L’artista italiano viene ricordato nella Capitale Usa anche per la sua celebre frase “Non ho più nessun desiderio di fama o fortuna. La mia unica ambizione e la mia preghiera di ogni giorno è quella di poter vivere abbastanza a lungo da poter rendere bellissimo il Campidoglio.”

COLOMBO-ARTE-affresco-di-Costantino-Brumidi
 

About Bruno Aloi 249 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma Istituto tecnico Nautico. Divenuto capitano di lungo corso (1966), è laureato in Lettere. Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative fino all'abilitazione a comandante nel 2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi e nell'ambito delle esplorazioni geografiche visita il Marocco, l'Algeria e la Siria. In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria e presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento