Mariano Benlliure y Gil. “Las capitulaciones”. 1892

Plaza de Isabel La Católica. Granada

Scultore spagnolo Mariano Benlliure y Gil (Valencia 1862 – Madrid 1947).  “Las capitulaciones”.

Il gruppo scultoreo venne realizzato a Roma nel 1892 in occasione del  quarto centenario della scoperta dell’America.   

Rappresenta le Capitolazioni di Santa Fe, in cui la regina Isabel La Católica concesse il 17 aprile 1492 il permesso a Cristoforo Colombo di  esplorare i territori che potevano esistere al di là dell’Atlantico.  La base del monumento è in pietra e porta  iscrizioni con nomi diversi legati all’epopea della scoperta come Fray Fernando de Talavera o Fray Perez y Marchena.

In un primo momento il monumento venne collocato a Granada sul Paseo del Salón  e poi trasferito definitivamente nel 1962 nella Plaza de Isabel La Católica. 

Benlliure-1-doc
Mariano Benlliure y Gil. “Las capitulaciones”.

Il monumento è ideato come un “dipinto storico”. La regina è  seduta su di una sedia gotica, di fronte alla regina, e con un gesto deferente Cristoforo Colombo che mostra una pergamena con le intenzioni del suo viaggio. Sotto di loro e come decorazione appare un grande drappo che esce dallo spazio scultoreo e viene sollevato scoprendo le date dell’11 gennaio 1492 e del 12 ottobre 1492.

Benlliure-1-doc  Benlliure-5-doc
Il drappo alzato mostra le date dell’11 gennaio 1492 e del 12 ottobre 1492

Altro particolare con la regina  Isabel La Católica e Cristoforo Colombo.

Benlliure-1-doc  Benlliure-5-doc  Benlliure-3-doc
Particolare con la regina Isabella e Cristoforo Colombo.

La popolazione di Granada attendeva per l’inaugurazione del monumento la visita di Maria Cristina di Borbone e del principe Alfonso. Ma la regina e il principe mandarono ln loro rappresentanza alcuni ministri e delegati di seconda classe. A Granada presero questo come un affronto alla città, e così , come narrano le cronache,  al mattino  della cerimonia  la scultura non portava alcun panno  riservato all’inaugurazione a coprirla : i Grenadini avevano deciso giustamente di inaugurarlo da soli.

Benlliure-1-doc  Benlliure-5-doc  Benlliure-3-doc  Benlliure-2.-doc
Altro particolare con il nome Garcilaso de la Vega.

Mariano Benlliure y Gil (Valencia 1862 – Madrid 1947) trascorse la sua infanzia nell’ambiente artistico di famiglia: il padre pittore decoratore e i suoi tre fratelli maggiori pittori di riconosciuto prestigio. Autodidatta, non frequentò alcuna accademia o scuola d’arte. Nel 1881 si recò a Roma, dove tenne il suo studio per quasi due decenni. Nel 1887 ottenne la 1ª Medaglia all’Esposizione Nazionale con la Statua del pittore José Ribera per il suo monumento a Valencia.  Nel 1900 il riconoscimento internazionale con il Medal of Honor all’Esposizione Universale di Parigi.

Nel 1896 si stabilì a Madrid, anche se mantenne il suo studio romano per alcuni anni.   Ricevette importanti decorazioni, come la Legione d’Onore di Francia, il Comandante dell’Ordine della Corona d’Italia o la Gran Croce di Alfonso X di Spagna.  Morì il 9 novembre 1947 nella sua casa-studio in via Abascal a Madrid. 

Benlliure-1-doc  Benlliure-5-doc  Benlliure-3-doc  Benlliure-2.-doc  Benlliure-259x300
Mariano Benlliure y Gil al lavoro
About Bruno Aloi 485 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento