Ritratto di Cristoforo Colombo “Christophorus Columbus novi orbis repertor” (anonimo)

Il Neri attribuisce il ritratto di Cogoleto al genovese Giovanni Battista Croce

Ritratto di Cristoforo Colombo di Anonimo, corredato delle seguenti note "Christophorus Columbus novi orbis repertor". XVI secolo circa. Palazzo Municipale di Cogoleto (Genova). Nella descrizione del Mandamento di Varazze del 1820, contenuta nel manoscritto Della Cella, si ricorda che il quadro, forse derivato dal famoso dipinto conservato a Como, in epoca imprecisata, era conservato nella casa parrocchiale di Cogoleto. Restaurato nel 1956 dalla Soprintendenza della Liguria, la stessa su richiesta del Sindaco di Cogoleto, ha rilasciato le seguenti note: " Notizie sul dipinto sono nello studio di Achille Neri Ritratti di Colombo nella raccolta di documenti e studi colombiani edita a Roma dal Ministero dell'Istruzione nel 1894 (parteII, vol.3°, p.259 e segg, tav.VI). Il Neri attribuisce il ritratto di Cogoleto al genovese Giovanni Battista Croce, poco conosciuto allievo di Giovanni Andrea Ferrari (sec. XVII), ma il dipinto si direbbe più antico, della fine del secolo XVI: non è possibile indicare il nome preciso dell'autore".

Ritratto di Cristoforo Colombo di Anonimo, corredato delle seguenti note “Christophorus Columbus novi orbis repertor”. XVI^ secolo circa. Palazzo Municipale di Cogoleto (Genova).

Nella descrizione del Mandamento di Varazze del 1820, contenuta nel manoscritto Della Cella, si ricorda che il quadro, forse derivato dal famoso dipinto conservato a Como, in epoca imprecisata, era conservato nella casa parrocchiale di Cogoleto.

Restaurato nel 1956 dalla Soprintendenza della Liguria, la stessa su richiesta del Sindaco di Cogoleto, ha rilasciato le seguenti note: ” Notizie sul dipinto sono nello studio di Achille Neri Ritratti di Colombo nella raccolta di documenti e studi colombiani edita a Roma dal Ministero dell’Istruzione nel 1894 (parteII, vol.3°, p.259 e segg, tav.VI).

Il Neri attribuisce il ritratto di Cogoleto al genovese Giovanni Battista Croce, poco conosciuto allievo di Giovanni Andrea Ferrari (sec. XVII), ma il dipinto si direbbe più antico, della fine del secolo XVI: non è possibile indicare il nome preciso dell’autore”.

 

Summary
563032_4576941676368_1130059554_n
Article Name
Ritratto di colombo
Description
Ritratto di Cristoforo Colombo di Anonimo, corredato delle seguenti note "Christophorus Columbus novi orbis repertor". XVI^ secolo circa. Palazzo Municipale di Cogoleto (Genova).
Author
Publisher Name
Comitato Nazionale Cristoforo Colombo
About Bruno Aloi 224 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma Istituto tecnico Nautico. Divenuto capitano di lungo corso (1966), è laureato in Lettere. Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative fino all'abilitazione a comandante nel 2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi e nell'ambito delle esplorazioni geografiche visita il Marocco, l'Algeria e la Siria. In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria e presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento