La “Virgen de los Mareantes o Navegantes”, 1531/1536 di Alejo Fernandez.

Alejo Fernandez m"La Virgen de los Mareantes o Navegantes"

Alejo Fernandez (Cordoba 1475- Siviglia 1545).
La “Virgen de los Mareantes o Navegantes”, pala d’altare della cappella della Casa de Contratación di Siviglia. Dipinta tra il 1531 e 1536) per la confraternita dei marinai di Siviglia.
Uno dei primi dipinti che descrive la scoperta dell’America.
Oggi all’Archivio General de Indias all’Alcazar di Siviglia.
L’identificazione dei personaggi coperti dal manto della Vergine è controverso.
Con buona probabilità sono tutti ritratti di uomini illustri della Scoperta delle Indie, e probabilmente anche della Conquista delle Indie.
Normalmente si crede che le persone inginocchiate a destra della Vergine siano: Ferdinando il Cattolico, in primo piano, e poi il vescovo Fonseca (alcuni attribuiscono invece il ritratto con il mantello rosso a Carlo V) e il canonico Sancho de Matienzo; alla sua sinistra, in primo piano Cristoforo Colombo, e tre dei quattro piloti che hanno partecipato alla Junta de Burgos: Américo, Yáñez Pinzón y Juan de la Cosa o Solís. Ma in realtà, non ci sono sufficienti elementi per proporre tali identificazioni.
Comunque anche per lo storico navale, Samuel Eliot Morison, ufficiale della marina militare statunitense, morto nel 1976, questo sarebbe il vero ritratto di Cristoforo Colombo.

Alejo-Fernandez-262x450
Alejo Fernandez m”La Virgen de los Mareantes o Navegantes”
About Bruno Aloi 426 Articoli
Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento