Mémorial Christophe Colomb. Sainte Marie (Guadalupa). 1916

Ricorda lo sbarco effettuato il 4 novembre 1493.

Situato nel villaggio di Sainte Marie, nel comune  di Capesterre Belle-Eau, il Mémorial Christophe Colomb ricorda che il 4 novembre 1493, durante il loro secondo viaggio, le navi  di Christophe Colon si avvicinarono alla costa dell’isola di Guadaloupe, allora chiamata Karoukéra, e sbarcarono sulla spiaggia di Sainte Marie.

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau
La spiaggia di Sainte Marie Capesterre-belle-eau.

Dello sbarco non restano altro che alcuni ruderi di muri della polveriera che si trovava vicino alla spiaggia.

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau  Guadeloupe-resti-antichi
Unici resti del primo insediamento

Il Mémorial Christophe Colomb è costruito su un terreno donato da una famiglia di piantatori della regione e venne inaugurato il 4 novembre 1916 dal governatore Merwart e benedetto dal vescovo Genoud.

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau  Guadeloupe-resti-antichi  Guadaloupe-DOC-monumento-pulito-712x1024
Mémorial Christophe Colomb 

Il busto di Cristoforo Colombo in marmo di Carrara.

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau  Guadeloupe-resti-antichi  Guadaloupe-DOC-monumento-pulito-712x1024  Guadaloupe-DOC-Busto-al-cielo
Il busto di Cristoforo Colombo

Entrata del Mémorial  Christophe Colomb  che si trova a soli 200 metri dal luogo dello sbarco.

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau  Guadeloupe-resti-antichi  Guadaloupe-DOC-monumento-pulito-712x1024  Guadaloupe-DOC-Busto-al-cielo  Guadeloupe-200-metri
Entrata del Mémorial Christophe Colomb a soli 200 metri dal punto dello sbarco effettuato il 4 novembre 1493.

Il Mémorial Christophe Colomb con cannoni e ancore.

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau  Guadeloupe-resti-antichi  Guadaloupe-DOC-monumento-pulito-712x1024  Guadaloupe-DOC-Busto-al-cielo  Guadeloupe-200-metri  Guadeloupe-Mémorila-al-completo
Il Mémorial Christophe Colomb con cannoni e ancore.

Il busto di Cristoforo Colombo, in marmo di Carrara, fu eseguito dallo scultore Umberto Bacci di Seravezza (LU).  Il Bacci, tra l’altro,  scolpì anche il monumento al celebre chirurgo prof. Francesco Colzi a Tizzana (PT) nel 1910. Su una targa di marmo, ai piedi della statua, sono  ricordati lo scultore Umberto Bacci, l’architetto A. Barthèlemy, e T. Priam e R. Sene che favorirono una sottoscrizione per erigere il busto di Cristoforo Colombo. 

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau  Guadeloupe-resti-antichi  Guadaloupe-DOC-monumento-pulito-712x1024  Guadaloupe-DOC-Busto-al-cielo  Guadeloupe-200-metri  Guadeloupe-Mémorila-al-completo  Guadeloupe-DOC-targa
Guadeloupe

Poesia del governatore  Emile Merwart incisa sulla base del monumento.

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau  Guadeloupe-resti-antichi  Guadaloupe-DOC-monumento-pulito-712x1024  Guadaloupe-DOC-Busto-al-cielo  Guadeloupe-200-metri  Guadeloupe-Mémorila-al-completo  Guadeloupe-DOC-targa  Guadaloupe-DOC-Ode-a-C.-Colomb
Ode a Christophe Colomb

 Mémorialal Christophe Colomb.  Intorno al monumento, diversi cannoni e due enormi ancore marine collocate nel 1984 (una trovata nella baia di Capesterre Belle-Eau, l’altra proveniente dalla ‘Capitaneria di Pointe-à-Pitre) .

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau  Guadeloupe-resti-antichi  Guadaloupe-DOC-monumento-pulito-712x1024  Guadaloupe-DOC-Busto-al-cielo  Guadeloupe-200-metri  Guadeloupe-Mémorila-al-completo  Guadeloupe-DOC-targa  Guadaloupe-DOC-Ode-a-C.-Colomb  Guadaloupe-DOC-le-due-ancore
Le due ancore in una foto di Hervé Champollion..

“L’arrivée de Christophe Colomb à Sainte Marie” di G. Gaudez. All’Ecomusèe di  Sainte Rose  (Guadalupa).

Guadeloupe-Sainte-marie-capesterre-belle-eau  Guadeloupe-resti-antichi  Guadaloupe-DOC-monumento-pulito-712x1024  Guadaloupe-DOC-Busto-al-cielo  Guadeloupe-200-metri  Guadeloupe-Mémorila-al-completo  Guadeloupe-DOC-targa  Guadaloupe-DOC-Ode-a-C.-Colomb  Guadaloupe-DOC-le-due-ancore  Guadeloupe-ecomuseo
Quadro di G. Gaudez all’Ecomuseo di Sainte Rose.
About Bruno Aloi 490 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento