Isola di Borichen, San Juan Bautista, Puerto Rico.

Isola di  Puerto Rico.  In origine chiamata dai nativi  Taino “Borichen” .

Cristoforo Colombo la battezzò San Juan Bautista in onore di San Giovanni Battista, nome che  rimase a designare la capitale, San Juan.

Cristoforo Colombo ne ebbe notizia prima ancora di scoprirla.

Durante il secondo viaggio che ebbe inizio a Cadice il 25 settembre 1493,  il 4 novembre scoprì una grande isola che chiamò S.Maria di Guadalupe.

Dalle Storie del Nuovo Mondo scritte dal figlio Fernando si legge “Il giorno seguente 5 di novembre l’Ammiraglio rimandò due barche in terra, per vedere se potevano prendere alcuna persona che gli desse nuova del paese e lo informasse della distanza e verso dove era la Spagnola, Ciascuna delle barche condusse un giovane, che si conformarono  in dire che non erano di quell’isola (S.Maria di Guadalupe), ma di un’altra, nomata Borichen, e che gli abitanti di quell’isola di Guadalupe erano Caribi e li avevano fatti prigionieri nella loro medesima isola”.

Ripreso il viaggio, il 14 novembre  sostò al largo di un’isola battezzata Santa Cruz, quindi proseguendo per Ovest-Nord-Ovest navigò presso numerosissime isole che chiamò  di Sant’Orsola e altre ”  Undicimila Vergini”.  “E giunse poi , il 19 novembre, all’isola che chiamò San Giovanni Battista e dagli indiani è detta Borichen”.  In seguito la città principale venne chiamata Puerto Rico (“porto ricco”) per la sua posizione e per l’abbondanza di risorse naturali come l’oro.  Più tardi i due nomi vennero scambiati e l’isola divenne Portorico e la capitale San Juan.

PORTORICO-SPIAGGE-1
Spiagge di Portorico

Il 25 marzo 1505 Vicente Yañez Pinzon venne nominato capitano “corregidor” dell’isola di San Juan Bautista e governatore del forte che vi avrebbe costruito.

Il 20 maggio 1506 moriva a Valladolid Cristoforo Colombo. 

——————————————————————————-

Nel 1508  Re Ferdinando II°  d’Aragona assegnò a Ponce de León, già luogotenente di Cristoforo Colombo nel suo secondo viaggio verso il Nuovo Mondo, la guida di una esplorazione ufficiale dell’isola .  Nello stesso anno iniziò la colonizzazione dell’isola fondando il primo insediamento a Caparra sulla costa settentrionale.Fu accolto a braccia aperte dal capo taino  Agüeybaná e ben presto acquisì il controllo dell’isola. 

PORTORICO-SPIAGGE-1  PORTORICO-Caparra-1-1024x683
Resti del primo insediamento di Caparra.

 —————————————————————————

Nel 1509 la Corona Spagnola  rifiutò  a Diego Colombo, figlio di Cristoforo,  la concessione dei privilegi di tutte le terre scoperte accordati al padre, e nominò ufficialmente Juan Ponce de León  governatore dell’isola. Ricoprì tale carica ancora dal 1510 al 1511 e poi dal 1515 al 1519. Sotto il suo governatorato i Taino vennero impiegati in lavori forzati  nelle miniere e nella costruzione di fortificazioni. E’ sepolto nella cattedrale della vecchia San Juan.   

PORTORICO-SPIAGGE-1  PORTORICO-Caparra-1-1024x683  Portorico-juan-ponce-de-leon-granger
Juan Ponce de León
PORTORICO-SPIAGGE-1  PORTORICO-Caparra-1-1024x683  Portorico-juan-ponce-de-leon-granger  PORTORICO-SIGILLO
Sigillo del “Gobernador de Puerto Rico”.

—————————————————————————————————————————————————————————————————————

 
 
 

 

About Bruno Aloi 683 Articoli
Bruno Aloi. Nato a Genova nel 1941, si diploma nel 1960 presso l'Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Genova. Nel 1966 consegue il titolo professionale di Capitano di Lungo Corso. Laureato in Lettere con la tesi "I Liguri nella Gallia meridionale". Molteplici sono i momenti che segnano il percorso di Bruno Aloi, da ufficiale di coperta agli incarichi in diverse specializzazioni formative (corsi di sopravvivenza, mezzi di salvataggio, antincendio di base ed avanzato, corso superiore radar, familiarizzazione navi chimiche, ) fino all'abilitazione a comandante Certificazione S.T.C.W. 1978/95 rilasciato il 28/1/2002. Particolarmente significativa è la sua attività in campo culturale, per un decennio soprintende alla promozione delle grotte di Borgio Verezzi come presidente del Gruppo Grotte Borgio Verezzi. Nell'ambito delle esplorazioni ipogee visita il Marocco, l'Algeria e la Siria su invito del Ministro del Turismo Siriano. Socio onorario dello Speleo Club de l'Aude et de l'Ariège (Francia). In qualità di Presidente dell'Associazione per il Recupero del Genovesato, Bruno Aloi promuove nel 1986 la riapertura dei forti genovesi Sperone e Begato, con eventi di spettacolo, mentre partecipa all'iniziativa "Artisti per il Centro Storico" (1990). Premio Regionale Ligure 1987. Premio "Gente di Mare" 2002. Viareggio. Socio onorario della Società Nazionale di Salvamento. Tra le altre cariche assunte, lo ricordiamo presidente di Al Sham, associazione per le relazioni tra Italia e Siria contibuendo al gemellaggio della città di Genova con la città di Latakia (l'antica Laodicea). Giornalista pubblicista dal 14/6/1989 iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma Tessera N. 170551.. Presidente del Comitato Nazionale per Colombo.

Commenta per primo

Lascia un commento